Talenti – esercitare quelli che già si possiedono

Anche se in un’incarnazione precedente avete avuto dei doni e delle facoltà, questi non si manifesteranno nella presente incarnazione se voi non li esercitate. Talvolta succede che qualcuno, in tarda età, scopra di avere, per una particolare attività, delle attitudini che non sospettava; ne è stupito e si rammarica di non averle scoperte prima. È dunque necessario esercitarsi nei più svariati campi. Se non riuscite, potete rinunciare, ma almeno non avrete il rimpianto di non aver tentato. Va sempre bene cominciare a lavorare in un campo per il quale non si ha alcuna predisposizione particolare, però non ci si deve ostinare se veramente ciò non funziona. È preferibile per voi esercitare i talenti che già possedete, piuttosto che accanirvi invano su quelli che non avete. Occorre sapere dove mettere le proprie energie. Dunque, lavorate nei campi in cui siete già forti, perfezionate le qualità e i talenti già esistenti in voi e, solo nel tempo che vi rimane, cercate di risvegliarne altri che vi mancano totalmente.

Omraam Mikhaël Aïvanhov

, ,

About Marco Macchiavelli

View all posts by Marco Macchiavelli →