Serpente la coda segue sempre la testa

Quando un serpente vuole infilarsi in un pertugio, comincia introducendovi la testa e, qualunque sia la lunghezza del resto del suo corpo, la coda è obbligata a seguire, poiché la coda segue sempre la testa. In tutto ciò voi non trovate nulla di straordinario, ma questa immagine è il simbolo di tutta la pedagogia divina. La testa è la facoltà di riflettere e di ragionare che dà un certo orientamento oppure un altro, e il resto del corpo, ossia l’azione, deve immancabilmente seguire. Voi direte: «Ma non è affatto quel che succede a me. Quante volte ho deciso di vincere la mia pigrizia, la mia sensualità, di mostrarmi buono, giusto, generoso, ma tutti quei buoni propositi non sono serviti a niente». Certo, le trasformazioni non avvengono subito; ma se continuate a tenere presenti nella vostra mente quei buoni propositi, così come la coda segue sempre la testa, finirete per eseguire ciò che avevate deciso. Tutti coloro che hanno perseverato continuando a mantenere un buon atteggiamento, almeno nella loro mente, hanno finito per trascinare tutte le resistenze che avevano dentro di sé e ad agire come la mente dettava loro.

Omraam Mikhaël Aïvanhov

,

About Marco Macchiavelli

View all posts by Marco Macchiavelli →